Italo Calvino: l'ultimo classico della nostra letteratura


Per classici – scrive Asor Rosa – dobbiamo intendere quegli scrittori che, pur in rapporto stretto con i modelli più alti del passato, sono capaci di proporsi a loro volta come modelli possibili per gli scrittori del futuro. In questo senso, possiamo definire Calvino l’ultimo classico della letteratura italiana del Novecento, un riferimento indiscusso per la generazione degli scrittori trenta-quarantenni e per gli esordienti più giovani, i quali ignorano del tutto la letteratura che precede gli anni Settanta-Ottanta, scomparsa dal loro tavolo di scrittura.

Sin dagli esordi, Calvino mostra un'inesauribile volontà di cambiamento, senza però mai rinunciare a un’idea alta, civile, di letteratura, alla quale adattare le nuove realtà della società di massa e delle novità scientifiche e tecnologiche, tuttavia mai in atteggiamento subordinato: «Noi siamo tra quelli che credono in una letteratura che sia presenza attiva nella storia, in una letteratura come educazione, di grado e di qualità insostituibile». Insomma, letteratura come operazione di civiltà «rivolta a saldare sul piano morale le scelte individuali con le grandi scelte collettive e storiche».

Ripercorrere, pur in un breve ciclo di incontri, i momenti essenziali della sua vicenda letteraria – dai contraddittori esordi neorealisti alle Lezioni americane, attraverso una sperimentazione incessante di modelli e di nuove forme narrative – aiuta a ricomporre anche l’evoluzione della scrittura nella seconda metà del Novecento, e quella, più in generale, del Paese, tenendo ben presente come Calvino abbia ininterrottamente svolto, in parallelo, una intensa attività di promotore culturale presso case editrici e di saggista su riviste e giornali.

Il corso, riservato a docenti delle Istituzioni formative provinciali e paritarie della Provincia autonoma di Trento  rientra nel percorso "Intrecci, sentieri e labirinti. Calvino a scuola 100 anni dopo" ed è proposto in collaborazione con l'Accademia degli Agiati di Rovereto. Per aderire è necessario scegliere la modalità di fruizione: le cinque lezioni previste potranno infatti essere seguite online sulla piattaforma e-learning di Iprase o, in alternativa, in presenza presso la Sala conferenze della Fondazione Caritro di Rovereto (Piazza Rosmini 5). Per informazioni e iscrizioni www.iprase.tn.it 

Per una corretta fruizione del contributo formativo, in caso di accesso sulla piattaforma e-learning di Iprase, si consiglia di accedere preferibilmente da Pc e di non utilizzare il browser Internet Explorer. Si fa presente che l'attestato di partecipazione verrà assegnato al raggiungimento del 70% delle ore previste.

Mario Allegri, già professore di Letteratura italiana moderna e contemporanea presso l’Università di Verona, ha al suo attivo numerose pubblicazioni sugli scrittori italiani del secondo dopoguerra. Ha collaborato con numerosi periodici e riviste. Per la Letteratura italiana Einaudi, diretta da A. Asor Rosa, ha curato le sezioni "Venezia e Il Veneto (dal Cinquecento ai giorni nostri)" e "Il Trentino". Ha collaborato per la parte letteraria alla "Storia del Trentino" pubblicata in più volumi presso il Mulino. È Socio Corrispondente dell’Accademia Roveretana degli Agiati, dell’Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona e della Società di Studi Trentini. Membro della redazione della rivista “Comunicare Letterature Lingue” edita da il Mulino, fa parte del Consiglio dell’Accademia Roveretana degli Agiati e ne cura gli Atti di Scienze Umane, Lettere ed Arti.


Programma
Termine adesione docenti (in presenza e in modalità webinar): 12 gennaio 2023. Per informazioni e iscrizioni www.iprase.tn.it 

• Giovedì 12 gennaio - dalle 17.00 alle 18.30
Gli esordi controversi. 
Dal Sentiero dei nidi di ragno (1947) a I giovani del Po (1951)

• Giovedì 26 gennaio - dalle 17.00 alle 18.30
Le mie favolette: gli antenati e la civiltà industriale alienata

• Giovedì 9 febbraio - dalle 17.00 alle 18.30
Primo congedo: La giornata d'uno scrutatore (1963)

• Martedì 28 febbraio - dalle 17.00 alle 18.30
La scrittura perfetta: Le città invisibili (1972)

• Giovedì 9 marzo - dalle 17.00 alle 18.30
Secondo congedo: Lezioni americane (1988)


Gli incontri saranno registrati e successivamente pubblicati sul canale YouTube Accademia Roveretana degli Agiati.

Iniziativa valida ai fini dell'aggiornamento del personale docente della Provincia Autonoma di Trento


• Partecipazione per docenti delle Istituzioni formative provinciali e paritarie della Provincia autonoma di Trento*
| Termine adesione docenti: 12 gennaio 2023
L'incontro si svolgerà in due modalità:
In presenza, presso la sala conferenze della Fondazione Caritro di Rovereto | Piazza Rosmini 5, Rovereto (TN)
In modalità webinar (Riservato a docenti delle Istituzioni formative provinciali e paritarie della Provincia autonoma di Trento | *Termine adesione 12 gennaio 2023
Per informazioni e iscrizioni www.iprase.tn.it

• Pubblico NON DOCENTE |
Partecipazione libera e gratuita
→ In presenza
, presso la sala conferenze della Fondazione Caritro di Rovereto | Piazza Rosmini 5, Rovereto (TN)

 

Patrocinatori

Fandazione Caritro Comune di Rovereto

Soci sostenitori

Dolomiti Energia Metal Sistem Distilleria Marzadro Comunità della Vallagarina Cassa Rurale AltoGarda Rovereto Amici di Calio