Studi in memoria di Adriano Rigotti

A cura di Mario Allegri

edizioni Osiride, 2006

Istituzioni secolari come le Accademie, sciolte da ogni altro fine che non sia di studio, sopravvivono o prosperano come nel caso degli Agiati di Rovereto quando possono contare su passioni autentiche, su apporti disinteressati come quelli che Adriano Rigotti era sempre disponibile ad offrire.
In questo volume, a lui dedicato, ogni studio riflette gli interessi specifici e differenti dei singoli autori (dall'archeologia e dalla storia romana alla storia dell'arte, dalla storia letteraria alla letteratura di viaggio, trascorrendo da episodi di interesse istituzionale , culturale e letterario legati al territorio a vicende anche di più ampio respiro nazionale e internazionale) disposti secondo la successione cronologica dei contenuti, tranne il primo di Carlo Andrea Postinger, succeduto a Rigotti in alcune importanti funzioni, che abbiamo voluto premettere a tutti gli altri come segno di un lavoro e di una responsabilità che fortunatamente continuano.

Presentazione di Mario Allegri
pag. 5

CARLO ANDREA POSTINGER: I luoghi, i tempi, le storie. Per una rilettura degli affreschi di palazzo Noriller a Rovereto
pag. 9

ALFREDO BUONOPANE: Severiato e augustalità a Verona: nuove attestazioni epigrafiche
pag. 25

BARBARA MAURINA: Recenti acquisizioni sul commercio di prodotti alimentari in anfore nel trentino di età romana
pag. 41

EZIO BUCHI: Un sarcofago iscritto da Torcello (Venezia)
pag. 65

ANDREA RAFFAELE GHIOTTO: La figura di Publius Pomponius Cornelianus tra Schio e Verona
pag. 69

VALERIA LA MONACA: Aggiornamenti epigrafici e traduzioni carducciane in una lettera inedita di Theodor Mommsen a Pietro Sgulmero

STEFANO FERRARI: Compilare e tradurre nella letteratura odeporica del Settecento: Rovereto e il Voyage d'un François en Italie di Lalande
pag. 97

PAOLA MARIA FILIPPI: Un luogo e la sua dimensione fantastica: Praga e Re Bohusch di Rainer Maria Rilke
pag. 117

SERENA LUZZI: A pranzo con Mozart. Come Carlo Antonio Pilati rientrò illegalmente in patria (Rovereto 1769), con qualche nota sulla percezione del bando del XVIII secolo
pag. 135

GIUSEPPE OSTI: La regione trentino-tirolese in quattro descrizioni poetiche in lingua latina del Cinquecento
pag. 163

MARIA GRAZIA PENSA: «La vostra Bibliografia sarà agli storici di Venezia più indispensabile che non ai preti il breviario » Appunti su Tommaso Gar nel suo carteggio con Emanuele Cicogna
pag. 181

DONATELLA RASI: «Un nicchio in qualche biblioteca»
pag. 203

CARMEN FLAIM: Un germanista trentino dell'ottocento. Tommaso Gar e il suo quadro storico-critico della letteratura germanica nel secolo nostro
pag. 233

MARCELLO BONAZZA: Note su Pietro Perolari Malmignati, viceprefetto napoleonico, pioniere della statistica, poeta classicista
pag. 255

CARLO ANDREA POSTINGER: Adriano Rigotti (1946-2003)
pag. 303